dottor Enrico Chiappo veterinario a Novara

Con il termine piometra si intende l’accumulo di materiale purulento in sede uterina .La condizione si verifica in soggetti non sterilizzati generalmente uno o due mesi dopo il calore .

La patologia insorge  generalmente a partire da una certa età ma a volte puo’ verificarsi in soggetti relativamente giovani .

I sintomi sono caraterizzati da un aumento della sete , inappetenza e scarsa vivacità e perdite a livello vulvare che vanno dal giallo o color ruggine a seconda dei casi (piometra aperta) oppure assenti (piometra chiusa).

In molti casi anche in caso di piometra aperta le perdite possono anche non vedersi nel caso di leccamento della regione vulvare da parte dell’animale .

L’emocromo rileva un aumento dei globuli bianchi neutrofili.

L’ecografia addominale rappresenta l’esame piu’ appropriato  per la diagnosi .Generalmente si notano aree ipoecogene a livello uterino.

Il trattamento di elezione è quello chirurgico anche se in alcuni casi si puo’ tentare un trattamento farmacologico.

Nella maggior parte dei casi la condizione si risolve positivamente .

Anche in questo caso la tempestività della diagnosi condiziona l’esito finale .